PASSWORD RESET

Agriturismo Lago di Como Lombardia

Home Parco Ciani Lugano

Parco Ciani Lugano

Parco Ciani a pochi passi dal movimentato centro di Lugano, si estende il parco civico della città. Molto amato dai Luganesi, il parco è meta di moltissimi turisti, che vi si riversano per ammirare quello che è considerato uno tra i più bei parchi svizzeri. I vialetti del parco si snodano tra aiuole fiorite, statue e fontane, si insinuano tra i bei prati all’inglese e raggiungono piazzette celate dalla fitta vegetazione.

Parco Ciani Lugano parco-civico

Parco Ciani

Lungo i percorsi del Parco Ciani si possono ammirare alberi appartenenti a specie rare ed esotiche, che qui hanno trovato condizioni favorevoli per uno sviluppo rigoglioso. Infatti, il Parco Ciani beneficia di una fortunata posizione geografica e gode di un clima mite, che ha reso possibile l’impianto di una ricchissima vegetazione subtropicale. Parco Ciani è diviso in due zone ben distinte.

La prima, adiacente a Villa Ciani, è accessibile dall’ingresso principale situato alla fine del Lungolago, da via Canova o da viale Cattaneo. E’, questa, una zona con caratteristiche sia del “giardino all’italiana” che del “giardino all’inglese”, decorata con ampie aiuole fiorite ed arricchita da belle superfici a prato, impreziosite da una collezione di arbusti ed alberi provenienti da tutto il mondo.  La seconda parte del parco va dalla darsena fino al fiume Cassarate ed ha un carattere più naturalistico della precedente. Le essenze arboree che la caratterizzano sono autoctone, tipiche cioè, dei boschi ticinesi: sono querce (Quercus ssp.), tigli (Tilia ssp), platani (Platanus hybrida), aceri (Acer ssp.) e alcuni ciliegi selvativi (Prunus avium).

All’interno di quest’area boschiva è situata la zona per i bambini, ricca di attrezzature da gioco, adatte a tutte le età. Dopo oltre due anni di cantiere, i lavori di riqualifica della Foce del fiume Cassarate sono giunti in dirittura di arrivo. La popolazione di Lugano, i turisti e tutti gli ospiti della città possono  frequentare un nuovo spazio pubblico situato nel cuore del centro urbano, con accesso diretto al fiume e al lago. Oggi la foce, sulle due sponde, si presenta come uno spazio aperto e accogliente, il luogo ideale per passeggiare, rilassarsi o per fare un picnic vicino all’acqua.

La sponda sinistra, prima dismessa, è stata completamente risanata. La passeggiata in legno sulla sponda destra e quella in pietra a filo d’acqua sulla sponda sinistra permettono di vivere il fiume come parte integrante della Città. All’interno di Parco Ciani si ergono diversi edifici: la Villa, sede del Museo Civico di Belle Arti, il Palazzo dei Congressi, la darsena, il Museo Cantonale di Storia Naturale e la Biblioteca Cantonale.

Lungo questo tratto sono state create, all’ombra dei platani, delle aree per il picnic, il riposo, il gioco degli scacchi e delle bocce. Il ponte tra le due rive è stato sostituito da uno più lungo, permettendo l’accesso anche a biciclette e carrozzine.

 

La storia

La storia del Parco Ciani inizia attorno al 1845, con l’acquisto della proprietà da parte dei fratelli Ciani, nobili commercianti di Milano. I Ciani ristrutturano ed ampliano l’edificio esistente e, parallelamente, iniziano la costruzione del parco. Nel 1912, la villa e il parco vengono acquistati dal Comune di Lugano al prezzo di oltre un milione e mezzo di franchi. Si effettua anche una risistemazione delle aiuole, con il ridisegno delle decorazioni floreali, che vengono concentrate nelle adiacenze della villa e delle entrate laterali.

APERTURA
Apertura parco: Orario estivo 06:00 – 23:00, orario invernale 06:00 – 21:00

NOTE
Periodo consigliato di visita: Tutto l’anno
Entrata parco: Libera
Cani: Al guinzaglio

Parco Ciani Lugano

Parco Ciani