PASSWORD RESET

Agriturismo Lago di Como Lombardia

Miele

442 0

Miele oggi parleremo del frutto di una delle maggiori attività agricole della nostra azienda L’apicoltura. Il miele è un alimento zuccherino prodotto dalle api grazie all’elaborazione del nettare e della melata. Essa è un derivato della linfa degli alberi prodotta da alcuni insetti succhiatori come la metcalfa, che trasformano la linfa trattenendone l’azoto ed espellendone il liquido in eccesso ricco di zuccheri.il colore e le proprietà organolettiche del miele variano a seconda dei fiori da cui proviene il nettare. Il nettare e la melata, vengono succhiati dalle api operaie attraverso l’esofago e giungono così nella borsa melaria.

Qui il nettare e le altre sostanze zuccherine vengono disidratate e sottoposte all’azione di particolari enzimi prodotti dalle api e trasformate successivamente in miele che viene rigurgitato nelle celle precedentemente preparate. Per questo motivo si dice che più strada percorre l’ape dal fiore all’arnia più è buono il miele visto che il processo di trasformazione che svolge l’ape con i suoi enzimi ha una durata maggiore. La qualità dipende esclusivamente da due fattori: dall’attività delle api per produrlo e dal procedimento dell’uomo per estrarlo e per confezionarlo.

Il miele immagazzinato dalle api nelle celle, viene estratto tramite centrifugazione, lasciato decantare per qualche giorno e successivamente riposto in vasetti. Questi gli unici procedimenti che fanno si che il miele mantenga inalterate le sue proprietà e caratteristiche.

Tutti i mieli sono  in origine allo stato liquido, ma con l’abbassarsi delle temperature molti di essi cristallizzano e diventano solidi. Il fenomeno della cristallizzazione è un fenomeno naturale che dipende sopratutto dal rapporto tra glucosio e fruttosio. Solitamente i mieli ricchi di fruttosio tendono a cristallizzare velocemente a differenza da quelli ricchi di glucosio tipo l’acacia che cristallizzano molto lentamente. Per farli tornare allo stato liquido è sufficiente riscaldarli a bagnomaria ad una temperatura che non oltrepassi i 40° per non danneggiare il prodotto e le sue proprietà.

Composizione Chimica del Miele

È composto dal 17,1% da acqua, dall’ 82,1 % da zuccheri, dallo 0,2 % da fibre, lo 0,3 % da proteine, lo 0,2 % da ceneri e da sostanze ed aromi dei fiori, tra cui i pigmenti derivati della clorofilla, tannino e fosfati.

Il miele è formato quasi esclusivamente da zuccheri ed è molto importante, nella sua composizione, l’alta concentrazione di fruttosio. Il fruttosio infatti è al 100% un prodotto derivato dalla natura, senza nessun intervento da parte dell’uomo. Gli altri zuccheri presenti nel miele sono il saccarosio, il glucosio, il maltosio e il galattosio.

minerali sono: calcio, fosforopotassio, sodio, ferro, magnesiozincorame, fluoro, manganese e selenio.

Le vitamine sono: B2, B3, B5, B6, vitamina C e vitamina J.

Gli aminoacidi sono: acido aspartico e acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

Proprietà e Benefici del Miele

Indicato per l’Infanzia

È particolarmente indicato nella dieta dedicata all’infanzia, in quanto favorisce la fissazione dei sali minerali nell’organismo umano, cosa che il normale zucchero non è in grado di fare.

Antinfiammatorio e Sedativo

In generale il miele è un ottimo antinfiammatorio per la gola ed è indicato per alleviare e ridurre la frequenza della tosse. Il miele  possiede anche proprietàsedative, molto utili contro l’eccitazione nervosa e l’insonnia.

Rinvigorente

Secondo recenti studi il miele fornisce al nostro organismo sostanze essenziali come potassio, fruttosio e sodio.

Radicali Liberi

Contiene diversi composti antiossidanti che contrastano l’attività dei radicali liberie che prevengono l’insorgere di pericolose patologie come tumori e malattie cardiache. Per questa ragione portare il miele a temperature oltre i 40°C ne fa perdere le proprietà antiossidanti.

Antitumorale

Molto rilevante la notizia che arriva da alcuni studi fatti sul miele prodotto nei parchi dell’Abruzzo, specialmente sul miele di zafferano. Pare infatti che questi tipi di miele contengano un’alta percentuale di nutraceutici che sono molecole ad elevata attività antitumorale. Ed è appunto in questi mieli che se ne rilevano quantità significative e nettamente superiori alle medie di altre zone d’Italia.

Fa bene ai Muscoli

Fortifica i muscoli, aumenta la resistenza e ne favorisce il recupero.

Cura la Pelle

Un buon metodo per prendersi cura della propria pelle è quello di bere un bicchiere di latte e miele ogni mattina. Applicato su ferite ed ustioni ne velocizza la guarigione.

Foruncoli e Acne

È efficace anche nel trattamento dell’acne. Una piccola quantità applicate sulle zone del viso interessate spesso risolve il problema in breve tempo. Lavare il viso con il miele è anche un buon metodo per tenere la pelle pulita e tonica.

Digestivo

Chi soffre di disturbi digestivi potrà tranquillamente sostituire lo zucchero con il miele e godere dei benefici che ne derivano da questa operazione.

Aiuta a Dimagrire

Sebbene contenga molte calorie quando è consumato con l’acqua calda aiuta a digerire i grassi più facilmente. Lo stesso effetto si ottiene se lo si consuma insieme al succo di limone o alla cannella.

Glicemia

Il miele contiene zuccheri semplici che sono una cosa diversa dallo zucchero bianco. La combinazione di fruttosio e glucosio in realtà può aiutare l’organismo a regolare i livelli di zucchero nel sangue e vi sono alcuni mieli che hanno un indice glicemico basso in modo da non provocare picchi glicemici.

Le Calorie del Miele

Ogni 100 gr di miele abbiamo un apporto di circa 300 calorie che sono utilizzabili immediatamente subito dopo l’ingestione, in quanto non è necessaria una digestione preventiva. Avendo il miele un potere dolcificante maggiore rispetto allo zucchero lo rende un buon succedaneo dello zucchero durante le diete.

Per questo motivo chi pratica sport è solito consumarlo sia prima che durante e dopo una competizione o attività sportiva. Altre info sulle proprietà del miele

Tipi di Miele e Proprietà

La sua assimilazione non richiede nessuno sforzo da parte nostra in quanto è un alimento predigerito dalle api e addirittura arricchito di alcuni loro enzimi molto importanti per l’assimilazione.

Come abbiamo scritto all’inizio i tipi di miele sono molti e con proprietà organolettiche diverse che variano a seconda del nettare con cui le api lo producono. Qui di seguito ne riportiamo i principali tipi e le relative proprietà:

Acacia:  miele di colore chiaro, quasi trasparente e liquido. Disintossica il fegato, sfiamma la gola, leggermente lassativo. Ne produciamo una minima quantità.

Castagno: di colore molto scuro, ambrato liquido e trasparente. Disinfetta le vie urinarie, favorisce la circolazione, utile in caso di anemia e consigliato ai bambini e agli anziani. Questo miele nelle stagioni fortunate è uno dei mieli più prodotti dalle nostre api.

Millefiori: di colore dal bianco all’ambrato, normalmente soggetto a cristallizzazione, antinfiammatorio per la gola e disintossicante per il fegato.Questo è il miele che in assoluto produciamo di più durante la stagione delle fioriture. Molto ricco di tiglio, tarassaco, castagno, melata, acacia,….

Tiglio: colore da ambrato chiaro ad ambrato scuro, cristallizza finemente, calmante della tosse, sedativo, lievemente diuretico. Ne produciamo pochissimo come l’acacia.

Rododendro: miele di colore chiaro, cristallizzato, utile per curare i bronchi, ricostituente, combatte l’artrite.

Agrumi: di colore chiaro, quasi lucido, cristallizza in vari modi, sedativo e utile per l’insonnia e ricco di calcio e di vitamine.

Eucalipto: ambrato, cristallizza finemente, compatto. Calmante della tosse e del raffreddore, anti catarrale ed antibiotico.

Rosmarino: miele bianco cristallizzato molto fine. Cura il fegato e la colite, utile in caso di affaticamento.

Tarassaco: giallo vivo tendente al beige, cristallizzato fine. Indicato per sportivi, depura i reni, le vie urinarie e protegge il fegato.

Girasole: di color giallo paglierino vivo, cristallizzato fine. Ricalcificante delle ossa, combatte il colesterolo.

Ginepro: apporta benefici nelle affezioni respiratorie.

Melata: miele molto scuro, quasi nero, solitamente liquido. Utile per bronchi e faringiti, antisettico delle vie respiratorie.

Lavanda: miele di colore chiaro ambrato, cristallizzato molto fine. Utile contro l’insonnia, digestivo, analgesico, calma le punture d’insetto.

Miele e Formaggio

Uno degli abbinamenti classici del miele è quello con il formaggio. Come tutti sappiamo il formaggio è un alimento assolutamente privo di zuccheri che si contrappone quindi al miele che è composto, come abbiamo visto, per la maggior parte di zuccheri. È per questo motivo che l’abbinamento di questi due cibi, crea un equilibrio di gusto.

Il criterio che si usa per l’abbinamento è quello di unire un miele dolce ad un formaggio piccante, oppure uno amaro ad un formaggio scarsamente gustoso.

Il Propoli

Il propoli è una sostanza resinosa che le api raccolgono dalla corteccia delle piante, dagli arbusti e dai germogli e arricchito in seguito con enzimi propri delle api. Il propoli viene usato dalle api insieme alla cera come materiale di costruzione ed isolante, è un forte antibiotico e antivirale. Viene usato per mummificare  all’interno dell’alveare ogni tipo di insetto morto, api comprese, che le api non riescono ad espellere.

Il propoli viene utilizzato dall’uomo ed in abbinamento all’alcool rappresenta un ottimo disinfettante per le infezioni orali in generale, nonché un ottimo cicatrizzante ed antisettico. Il propoli ha un’azione protettiva contro i danni provocati dai radicali liberi, grazie ai flavonoidi e alla vitamina E.

Il termine “propoli” deriva dal greco própolis, che significa a favore (pro) della città (polis). In effetti, per le api è una sostanza molto importante per la vita stessa dell’alveare. Essa viene usata nell’alveare per proteggerlo da tutto ciò che può minacciarlo. Quindi le api usano la popoli come sostanza per sigillare tutti gli interstizi che danno verso l’esterno o per isolare corpi estranei presenti all’interno dell’alveare avvolgendoli completamente di propoli.

Miele e  Curiosità

L’importanza medicinale del miele è stata documentata dalle più antiche letterature di tutto il mondo, le sue proprietà antimicrobiche e la sua capacità di guarire le ferite sono note sin dai tempi più antichi.

Il miele era conosciuto ed utilizzato già 1000 anni prima della venuta di Cristo e veniva spesso indicato con l’appellativo cibo degli dei. Le sue proprietà ed i suoi benefici erano già noti agli antichi che ne facevano già largo uso sia a scopi curativi che nella cosmesi e nella cucina.

Il primo riferimento scritto del miele nella storia dell’umanità appare su una tavoletta sumerica risalente al 2.000 a.C. circa in cui si parla dell’uso del miele come farmaco.

La tipica espressione luna di miele deriva dal fatto che nell’antichità si usava far bere agli sposi una bevanda a base di acqua, miele e lievito, al fine di propiziare l’arrivo di un figlio maschio.

Forse non sapevi che

In virtù di un’elevata acidità, un alto tenore zuccherino e la presenza di sostanze antibatteriche al suo interno, il miele è un alimento che si può conservare per lunghi periodi di tempo. Se volete mantenere il miele il più a lungo possibile, evitate le alte temperature e la luce diretta. Questi due fattori, infatti, sono in grado di accelerare il processo di invecchiamento dell’alimento, provocando una progressiva degradazione degli zuccheri e la perdita dell’aroma iniziale del prodotto.Tuttavia, bisogna ricordare che, pur perdendo le proprie caratteristiche, il miele non diventa mai nocivo per l’organismo.

Per produrre un chilo di miele, un alveare deve visitare 2.737.500 fiori. Esse sono in grado di arrivare ai fiori che si trovano in un’area distante fino a tre chilometri dall’alveare.

Le api sono insetti particolarmente sensibili all’inquinamento, infatti non si ha mai avuto notizia di miele inquinato, le api morirebbero prima di riuscire a produrlo.

I mieli che produciamo li offriamo poi ai nostri clienti durante la colazione del mattino e per chi ne rimane piacevolmente colpito avrà l’opportunità di acquistarne dei vasetti . Qui di seguito il link per chi volesse venire a trovarci. Prenota Ora