PASSWORD RESET

Agriturismo Lago di Como Lombardia

Mandello del Lario

934 0

Mandello del Lario, adagiato sulla sponda orientale del ramo di Lecco, questo dinamico comune di 10.000 abitanti è noto in tutto il mondo soprattutto come sede della fabbrica di motociclette Moto Guzzi.

Insediamento di origine romana, Mandello del Lario ha una storia tumultuosa che parte dal medioevo, come cittadella fortificata, e si ritrova sempre in bilico fra Como e Milano. Dal cinquecento vive un periodo di relativa pace e nell’ottocento sviluppa la sua vocazione industriale con torciture e filande.

La Mandello bassa, che si sviluppa lungo il lago di Como, è un borgo dall’atmosfera caratteristica con vicoli, architettura tipiche dell’area e un porticciolo. Le insenature del lungolago, nel centro, svolgono la funzione di frequentate e molto apprezzate spiagge di ciotoli; in particolare ben attrezzato è il lido comunale che si trova dopo la foce del foce del fiume Meria.

Mandello del Lario

Il paese è, anche, un attrezzatissima località sportiva, merito che in parte va ai riconoscimenti sportivi ottenuti dai suoi atleti olimpionici della Canottieri.

Da Mandello gli appassionati della montagna possono raggiungere, in circa tre ore, il Pian dei Resinelli, mentre molto più impegnativa è la salita sulle Grigne.

La Chiesa di San Lorenzo, nel centro di Mandello del Lario, risale ad un’età paleocristiana, venne ricostruita nel IX secolo e ristrutturata in età romanica.
Il campanile ha una parte inferiore dell’inizio del 1100 e le modifiche alla struttura della chiesa, ridotta ad una sola navata, sono datate 1600. All’interno, opere della seconda metà del Seicento vengono attribuite a Giacomo Antoni Santagostino ed ai suoi scolari, mentre il raffinato battistero e l’altare sono del ‘500.

La chiesa di San Giorgio, nel borgo omonimo, risale all’anno 1000, ma il suo aspetto attuale lo deve ai restauri del trecento; unico pezzo originale è l’acquasantiera con un motivo a intreccio geometrico-floreale. All’interno, poi, lungo la navata, vi sono numerosi dipinti votivi del quattrocento, come la Crocifissione nel presbiterio.

A Mandello del Lario un’altra chiesa degna di nota è il barocco Santuario della Madonna del Fiume contenente affreschi di Giacomo Antoni Santagostino.

La grotta Ferrera, in località Acqua Bianca, è costituita da uno smisurato antro lungo circa 175 metri e largo 50. All’interno si trova un breve ruscello che forma una cascata, mentre la praticabilità è resa leggermente ostica dal suolo fangoso e dai crepacci. L’accesso è molto facile e si trova ai bordi di una mulattiera.

Maggiana è una caratteristica frazione che domina Mandello Del Lario dall’alto della sua terrazza e merita senz’altro una visita. Nel suo centro si trova la Torre del Barbarossa, di origine medievale, che ospitò nel XII secolo l’imperatore Federico I detto, appunto, “il Barbarossa”. All’interno è allestito un museo con utensili contadini visitabile solo su prenotazione o in occasione delle celebrazioni di Giugno.