PASSWORD RESET

Agriturismo Lago di Como Lombardia

Lenno

525 0

Lenno

centro situato in una profonda insenatura denominata Laguna di Venere sulla sponda occidentale del Lago di Como, all’inizio della zona costiera denominata Tremezzina e formato dal verdeggiante promontorio del Lavedo, famoso per la Villa del Balbianello e i suoi giardini.
Il centro abitato di Lenno si sviluppa prevalentemente lungo le pendici del monte fino all’Abbazia dell’Acquafredda, mentre il lungolago offre bellissimi scorci panoramici, da Punta Balbianello al promontorio di Bellagio sulla sponda opposta del lago. Lento luogo perfetto per una passeggiata o per una pausa rilassante in uno dei caffé e ristoranti con i dehors affacciati sul lago.
Da Lenno si possono intraprendere passeggiate panoramiche tra stradine secondarie e vecchie mulattiere che collegano nuclei abitati di grande interesse storico, tra vecchi palazzi, maestose ville, suggestivi vicoli e piazzette. Una passeggiata molto bella e frequentata è la Greenway che attraversa nel suo percorso il paese. Consigliato anche se impegnativo è un escursione al Monte Tremezzo (1700 metri). Immancabile una visita a Villa del Balbianello una tra le più belle e romantiche ville del lago di Como. Poco distante dal paese si trova Azzano, il luogo dove furono fucilati Benito Mussolini e Claretta Petacci.

Lenno

La Villa del Balbianello è considerata una delle ville più belle del Lago di Como. Edificata per volontà del cardinale Angelo Maria Durini alla fine del 18° secolo, sorge sull’estremità di un promontorio a picco sul lago, quasi di fronte a Bellagio. Oggi si presenta nella veste conferitagli dall’ultimo proprietario, l’esploratore Guido Monzino, con una ricca collezione d’arte cinese, africana e precolombiana, preziosi mobili del Settecento inglese e francese e il piccolo museo che raccoglie documenti e cimeli sulle sue spedizioni. Ma il vero capolavoro è il panoramico giardino a terrazze, dominato dall’elegante loggia a tre arcate che svetta sul punto più alto del promontorio. Attualmente il complesso è di proprietà del FAI.
Nel centro storico di Lenno sorge la chiesa di S. Stefano, che custodisce, oltre a una cripta dell’11° secolo, anche reperti pagani e protocristiani. Accanto all’edificio sacro, sulla sinistra, si può ammirare il Battistero di S. Giovanni, raro esemplare romanico ben conservato. I due edifici sono quanto rimane di un’importante area consacrata, un tempo racchiusa da un alto muro di cinta entro il quale era situato anche il cimitero.
Sopra l’abitato di Lenno, sulle falde del Monte Ossino a poco più di 300 metri di altitudine, sorge l’Abbazia medievale dell’Acquafredda. Edificato dai monaci cistercensi di Morimondo, ai quali nel 1142 era stato donato il terreno da Ottone detto Pellegrino da Isola, il monastero conserva poche tracce della costruzione originaria, ciò anche a causa delle alterne vicende di cui è stato protagonista nei secoli passati. La chiesa è riuscita invece a mantenere uno stile barocco unitario. L’interno, a navata unica, è arricchito da stucchi e conserva preziosi affreschi, alcuni dei quali attribuiti a Giovanni Mauro della Rovere, detto il Fiammenghino.